CALENDAR



20 Settembre | Evento Speciale

Ex Murate

Ore 20,30
Espace - memoire
coreografie Eung Yang Lee
con Eung Yang Lee

Nell’ambito del Progetto di residenza Landscape of the body (in collaborazione con Istituto Francese di Firenze e Papesse Museo Arte Contemporanea di Siena) Eung Yang Lee traccia un percorso di teatro danza fra gli spazi delle ex Murate.

Ore 20>24
Installazione
A cura di Paolo Magni
Exit light
Un percorso di luce fra l’architettura del complesso delle Ex Murate

Ore 22
video installazione
Editing Video Francesco Terzini
Kyo di Caterina Genta

21/22 Settembre | Teatro

Sala polivalente, Ex Murate

Ore 21
Drammaturgie per l’arte contemporanea 2
omaggio a Franco di Francescantonio


Cielo grigio arancio ( prima assoluta )
Di Jordi Mollà
Con Gianluigi Tosto
Ideazione Teresa Zurzolo

Una produzione del festival Costante Cambiamento
Jordi Molla è uno degli attori spagnoli più noti e stimati per il suo grande talento versatile. Ha ricevuto tre nominations al Goya (la maggiore onorificenza del cinema spagnolo). Rende omaggio a Franco Di Francescantonio con un suo testo inedito. Un giovane soldato deve decidere se attaccare o no un probabile nemico. Una metafora dell’inquietudine umana contemporanea.

23 Settembre | Evento

Ex Murate

Ore 17
Drammaturgie per l’arte contemporanea 2
(testo selezionato sezione giovani edizione 2006)
Se ( corpo d’amore )
di Lisa Meacci
Con Luca Cristalli
A cura di Omfrhida
(Posti limitati è consigliata la prenotazione)

L’evento è un’ esperienza distribuita in tre luoghi in cui viene proposto ogni volta per circa venti minuti lo stesso testo ma in condizioni di percezione differente dello spazio e del rapporto fra interprete e pubblico. Sono previsti dei brevi spostamenti.

25 Settembre | TeatroDanza

Papesse Centro Arte Contemporanea

Ore 21
Approche-memoire
coreografie Eung Yang Lee
con Eung Yang Lee

Nell’ambito del Progetto di residenza Landscape of the body (in collaborazione con Istituto Francese di Firenze e Papesse Museo Arte Contemporanea di Siena) Eung Yang Lee traccia un percorso di teatro danza fra gli spazi del Museo.

26/27 Settembre | Video Arte

Sala polivalente, Ex Murate

Ore 20,30
Geografie dei corpi migranti
di Ursula Biemann

- Writing desire –il corpo assente - 25 min

- Writing Desire - “...incorpora i codici delle interfacce grafiche della rete con un montaggio frammentato che simula la navigazione online. Attraverso l’analisi del fenomeno del traffico delle spose e quello delle “amicizie” a distanza, l’artista mostra Internet come spazio ideale per il marketing del desiderio e la tessitura di relazioni basate sulla fantasia di corpi assenti...”

- Europlex – i corpi migranti - 20 min


Europlex è stato realizzato da U. Biemann in collaborazione con l’antropologa Angela Sanders. Uno sguardo sulle migrazioni quotidiane tra il Marocco, lo Stretto di Gibilterra e la Spagna, sul conflitto fra il tentativo degli stati di impedire la mobiliità e la necessità delle persone di abitare i luoghi proposti dalla globalizzazione. Una lettura sociologica sulla migrazione quotidiana tra nord Africa e Europa.

- Contained mobility – il corpo della mobilità vietata – 20 min

Una denuncia sulle contraddizioni socio-politiche dei confini. La storia di una vita “con una mobilità vietata” a causa della negazione dei diritti legali d’accesso. Un’opera sul diritto di divenire cittadini, sulla cittadinanza in quanto connessa al corpo e a quelli che i giuristi europei chiamano “dirtti umani portabili”, ovvero diritti che ognuno reca con sé, col proprio corpo, indipendentemente dal fatto che si sia o meno cittadino in un luogo a tutti gli effetti.

Un progetto sulle frontiere dove si intrecciano le tecnologie di sorveglianza, le politiche di contenimento, i flussi dei migranti, le merci e traffici illegali.

27 Settembre | Incontro

Sala polivalente, Ex Murate

Ore 17,30
Geocorpi e frontiere
Ursula Biemann

- La migrazione fra locale e transnazionale e il diritto di divenire cittadini. - Come l’identità di genere e confine si forma fra appartenenza ed esclusione. Intervengono: Ursula Biemann, Severino Saccardi ( Consigliere Regionale ), Stefania Ippoliti ( Direttrice della Mediateca Toscana di Firenze ).

28 Settembre | TeatroDanza

Sala polivalente, Ex Murate

Ore 21 e ore 22
Le menton dans ta main
coreografie Eung Yang Lee
con Eung Yang Lee
(Posti limitati è consigliata la prenotazione)

Una produzione del festival Costante Cambiamento
Eun Young Lee attrice e coreografa interprete nella Dance theatre ON in Corea, vive a Parigi e fa parte della compagnia del CNDC d’Angers L’Esquisse. Impegnata in un percorso artistico personale fra oriente e occidente presenta una delicata e intensa piece di teatro danza sintesi del progetto di residenza, ispirata a Eun Hee Kyung, scrittore coreano. Una riflessione sulla realtà contemporanea, sulla sensualità della melanconia.

29 Settembre | TeatroDanza

Teatro Goldoni

Ore 21
Artischocke Im Silbersee ( prima nazionale )
Folkwang Tanzstudio di Pina Bausch
Coreografia Henrietta Horn

Uno spettacolo che esprime le qualità poetiche della tradizione di Pina Bausch. Uno straordinario incontro fra luci, ritmo, ironia. I confini fra esseri umani e creature mitiche sono sottili. Fra differenti culture musicali in cui si alternano silhouettes fantastiche e memorie di bambini, i danzatori attori si danno senza riserva al gioco in uno spazio senza tempo fra interpreti e pubblico.

30 Settembre | TeatroDanza

Teatro Goldoni

Ore 19
Progetto Landscape of the body
Short solos

Un evento speciale in cui gli artisti della grande scuola di Pina Bausch e della Folkwang Tanzstudio offrono alcuni soli di teatro danza attraverso percorsi informali del teatro Goldoni. Epressioni fra differenti confini, culturali, identità instabili, tempi sospesi, geografie dei corpi, del respiro, del movimento.

Ore 21,30
“Solo” ( prima nazionale )
con Henrietta Horn
coreografia Henrietta Horn

Henrietta Horne esprime un’eccellente esempio di teatro danza, lo smarrimento da cui P. Bausch intravede l’origine della danza. In una stanza vuota e priva di relazioni sociali una donna in solitudine oppone resistenza da sola. Attraverso un dialogo con un tavolo e una sedia, comunica con questi oggetti fino a farli divenire vivi, quasi a trasformare gli oggetti in partners per un breve momento.

Ore 22,15
omaggio a Franco di Francescantonio
Black is the colour... ( prima assoluta )
Con Malou Airaudo, Mark Sieczkarek
Coreografia Mark Sieczkarek
Video Jordi Mollà
Ideazione Teresa Zurzolo

Una produzione del festival Costante Cambiamento
Evento straordinario. Due storici interpreti del Wuppertal Tanztheater di P. Bausch s’ispirano a un grande attore, Franco Di Francescantonio. Grazie a un’inedita e breve sequenza cinematografica diretta da Jordi Mollà creano in scena un dialogo fra i variegati colori dell’interpretazione di un insostituibile artista. Un omaggio alla sensibilità, all’umiltà, all’ironia, alla continuità della vita.

2/3/4 Ottobre | Video Arte

Sala polivalente, Ex Murate

dalle ore 21 alle ore 23
Drammaturgie per l’arte contemporanea 2

Opere di Jordi Mollà

Mollà è uno degli attori spagnoli più noti e stimati per il suo grande talento versatile. Formato nel teatro a Barcellona accanto a Franco Di Francescantonio all’ Institute of Theatre, ha ricevuto tre nominations al Goya (la maggiore onorificenza del cinema spagnolo). Oltre alla sua celebrata carriera come attore e regista, Mollà si distingue anche come autore di video arte, pittore e scrittore.

5/6 Ottobre | Teatro

Sala polivalente, Ex Murate

Ore 21
Drammaturgie per l’arte contemporanea 2

Cielo grigio arancio ( prima assoluta )
Di Jordi Mollà
Con Gianluigi Tosto
Progetto sonoro Damiano Puliti
Ideazione Teresa Zurzolo